Linea Acris

I capannoni in pannello sandwich ACRIS hanno il vantaggio di abbattere di gran lunga i ponti termici, così da diminuire la dispersione energetica e la formazione di condensa.
Le coperture in pannello coibentato ACRIS sono ricche dii vantaggi considerevoli rispetto ad altre tipolgie di strutture: -L'esecuzione del montaggio è resa facile e rapida grazie alla leggerezza ed alla modularità dei pannelli. - Manutenzione nulla sulla tipologia di pannello utilizzata -
Nei capannoni in pannello coibentato ACRIS troviamo le segeunti  caratteristiche : ottima resistenza meccanica, ottima resistenza agli agenti atmosferici, perfetta impermeabilità, considerevole resistenza agli urti ed una ottima stabilità dimensionale. - La gamma degli accessori utilizzabili sulle coperture in pannelli è vastissima: giunti, colmi, raccordi rendono il rivestimento in pannello adatto a tutte le tipolige di utilizzo e rifinitura.
I capannoni coibentati Acris sono composti da una struttura in carpenteria metallica formata da semi-arcate imbullonate (o saldate in caso di soluzioni particolari) collegate tra loro da profili longitudinali poste: da un lato su una trave sorretta da pilastri o mensole con interasse di circa 6 metri e dall'altro su supporti a terra. Nei capannoni in poannello coibentaqti la copertura in pannelli è prevista sul tetto e su uno dei fianchi (solitamente quello opposto è adiacente a una struttura preesistente) della struttura. Si tratta di una struttura fissa e sulla base delle scelte dell'acquirente è possibile chiudere i vani sotto le travi (LUE) o sotto le capriate terminali (LAE) mediante pannellature, portoni (in pannelli o lamiera), tende fisse o scorrevoli in PVC armato. Nei capannoni metallici ACRIS, i montanti e i pilastri, vengono ancorati al terreno mediante la fornitura di tirafondi da murare oppure mediate tasselli. Nelle coperture in pannello sandwich le varie semi-arcate, collegate tra loro da barre strutturali in acciaio, sono assicurate alla struttura di base (pilastri e travi longitudinali) tramite l'utilizzo di bulloni TE 8.8 zincati autobloccanti certificati.

Nei capannoni coibentati in pannello sandwich ACRIS , le arcate, le barre ed in generale i tubolari che compongono la struttura, sono formati da profili scatolari in acciaio saldati longitudinalmente ad alta frequenza e calibrati ottenuti da nastro zincato a caldo in continuo. Nei capannoni coibentati ACRIS la massa del rivestimento, in g/ mq (da 100g, 140g, 200g, 225g, 275g) con riporto di zinco sulla zona della saldatura sec. UNI EN 10142, NFA 35-503, DIN 5753. Nelle coperture in pannello ACRIS le travi aeree sono realizzate con un profilo IPE in acciaio zincato a bagno caldo. Nelle tettoie in pannello coibentato ACRIS i pilastri sono realizzati, secondo i carichi agenti sulla struttura, con profili scatolari (variamente dimensionati) o HEA in acciaio e zincati a bagno caldo. Nelle coperture in pannello coibentao ACRIS la zincatura può, secondo i casi e le singole parti interessate, essere sia a caldo sia a caldo da nastro in continuo o, in taluni casi e solo per specifici accessori a basso/basissimo rischio usura, a freddo.

Nei capannoni in poliuretano l'isolante è in espanso rigido ad alto potere isolante a base di resine poliuretaniche autoestinguenti, aventi densità totale Kg/ m3 40± 10%, conducibilità termica di riferimento a 10°C: ?m=0,020 W/mK, un valore di adesione ai supporti: 0,10 N/ mm2 e un valore di compressione al 10% della deformazione: 0,11 N/mm2. L'isolamento termico (K) riferito ai pannelli da 40 è pari a: W/m2 K 0,44 e kcal/m2 h °C 0,38.

*Legge n.1086 del 5 Novembre 1971: Norme per la disciplina delle opere di conglomerato cementizio armato e precompresso, ed a struttura metallica.
* Decreto Ministeriale 14 Gennaio 2008 Testo Unitario Norme Tecniche per le Costruzioni;
* testo come da pubblicazione su G.U. n.29 del 4 Febbraio 2008. *Circolare n.617/2009, istruzioni per l'applicazione delle Nuove Norme Tecniche per le Costruzioni di cui al decreto Ministeriale 14 Gennaio 2008.

* Disegni di progetto delle opere di fondazione
* Relazione di calcolo delle opere di fondazione
* Disegno di progetto delle strutture.
* Relazione di calcolo strutturale per verifica carichi neve/sisma aggiornata al testo unitario Norme tecniche per le Costruzioni D.M. 14.01.2008.
* Piano manutenzione
* Verbale presa in consegna e collaudo
* Certificato di garanzia
* Dichiarazione di corretto montaggio
* Norme d'uso e manutenzione
* Certificato d'origine dei materiali
* Certificato di zincatura
* Certificato d'ignifugazione manti di copertura
* Copia dell'attestato di certificazione conforme alla norma UNI EN ISO 9001 come richiesta da Testo Unico D.M. 14.01.2008

Garantiamo la buona qualità e la buona costruzione dei propri materiali nei seguenti termini: * la carpenteria per la durata di anni 10; *tutti i prodotti e servizi (compresa la zincatura) che non siano di produzione diretta della RSC Enterprise S.r.l. in base a quanto previsto dal fornitore degli stessi;